Dall'1 fino al 17 luglio su tutto l’assortimento Essentia.bio il 50% di SCONTO sul primo acquisto
Ammorbidente

Ammorbidente

Con tensioattivi di origine vegetale

  • orchidea

Formato 1000ml - 5,90€

Crema per il viso anti-age

Crema per il viso anti-age

Con Acido Ialuronico, estratto di Rosa canina, Camomilla, Acqua di Malva e burro di Karitè biologici

  • rosa-canina
  • camomilla

Formato 50ml - 19,90€

Bagnodoccia

Bagnodoccia

Con vitamina E ed estratto di mirto bio

  • mandarino
  • vaniglia

Formato 200ml - 6,90€

IL LIMONE, SIMBOLO DEL CALORE E DEL SOLE MEDITERRANEO

Il limone, simbolo del calore e del sole Mediterraneo

Conosciuto nelle civiltà mesopotamiche per le sue proprietà antisettiche, antireumatiche e tonificanti e considerato sacro nei paesi islamici, il limone veniva per lo più impiegato come antidoto contro i veleni, come astringente contro le forme dissenteriche ed emorragiche nonché per tenere lontano il demonio dalle case. Gli antichi Egizi lo utilizzavano per imbalsamare le mummie e spesso lo riponevano nelle tombe con datteri e fichi.

I Greci lo utilizzavano a scopo ornamentale, per profumare la biancheria e difenderla dalle tarme.

Plinio parlò del limone nei suoi trattati e lo prescrisse, tra l’altro, come antidoto verso diversi veleni. Sebbene si ritenesse che gli antichi Romani non conoscessero il frutto, nel 1951 una scoperta archeologica smentì questa diffusa opinione: nel corso di scavi effettuati a Pompei venne infatti alla luce una casa, denominata la ‘Casa del frutteto‘, con degli affreschi alle pareti che ritraggono varie piante tra cui, appunto, il limone.

Considerato che Pompei fu distrutta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. e che Plinio il Vecchio lo aveva già menzionato prima della sua morte (durante quella stessa eruzione) all’interno della sua opera Naturalis Historia, è certo, dunque, che il limone fosse trapiantato ed acclimatato in Campania nel primo secolo dopo Cristo, sia pure come frutto raro. Tra i Romani pare che l’imperatore Nerone ne fosse un assiduo consumatore, ossessionato come era dal presentimento di un suo possibile avvelenamento.

In Occidente il limone si diffuse intorno all’anno 1000 grazie agli Arabi che lo portarono in Sicilia. La prima descrizione del limone, introdotto dall’India due secoli prima, apparve infatti in scritti arabi del dodicesimo secolo. Le origini del nome derivano dal persiano (لیمو Limu).

Fu tramite i viaggi per mare che il frutto venne introdotto anche nei paesi del Nord Europa. Le navi che arrivavano nel Mediterraneo si rifornivano di limoni, pagandoli con merci pregiate o addirittura in oro. I frutti acquistati venivano rivenduti a prezzi altissimi nei paesi del Nord, dove il limone era considerato un prodotto di gran lusso, ma sempre a prevalente scopo ornamentale e terapeutico. Solamente nel XVIII secolo il limone cominciò ad essere usato in cucina per aromatizzare cibi e bevande.

L’olio essenziale di limone è conosciuto per le sue numerose proprietà: calmante, antisettico, tonificante, depurativo, purificante e antinfiammatorio. Utile per combattere cellulite e acne e per i disturbi di ansia e nervosismo.

Tra i nostri prodotti a base di olio di limone bio vi proponiamo:

 

Gel igienizzante con olio di limone bio: per mani sempre pulite e garantire l’igiene a sè e agli altri.

Detersivo vetri con olio di limone bio: pulisce e rende brillanti tutte le superfici in vetro e riflettenti come finestre, specchi, schermi video e ceramiche

 

Animation

Vivere rispettando l’ambiente
Live Natural

Iscriviti alla newsletter